A.A.A. Cercasi padri urgentemente!

20171007_195220

A.A.A. Cercasi Padri urgentemente, no perditempo solo veramente interessati!

Osservo i miei amici, i miei colleghi di lavoro e le persone che conosco e tutti, superati da un pezzo i trent’anni, non si sentono, e soprattutto, non si chiedono se è venuto il tempo di essere adulti. Di vivere da adulti.

La pienezza della propria umanità, di quando sentiamo di tracciare il nostro personale solco della vita, arriva proprio quando si inizia a fare esperienza della propria paternità e maternità. Si! perché è bene ricordarlo, ribadirlo che si può essere padri e madri senza avere figli, anzi le dimensioni di paternità e maternità si allargano oltre misura tanto da risultare fortemente inclusive per chiunque si trova lungo il percorso della propria strada.

Quando iniziamo a prenderci cura, quando pensiamo e agiamo dicendo:”mi interessa”! delle persone che, non casualmente incontriamo, facciamo esperienza della nostra più profonda umanità. Ci scopriamo diversi, veniamo contaminati, ne usciamo migliori.

Lavorando in una Casa Famiglia faccio esperienza, tutti i giorni, di quanto i ragazzi abbiano desiderio di avere un padre. Un padre lo cercano sempre, mi verrebbe da scrivere lo cercano disperatamente nei loro silenzi, nel loro  incedere, nell’incapacità di esprimere il proprio dolore, nella rabbia, nell’indecisione costante di prendere decisioni, nel capire ciò che è giusto.

E’ allora è padre chi guarda questi ragazzi, uno ad uno, e sente di volergli bene, può guardarlo e sostenere il suo sguardo. E’ padre che gli indica la strada e non la percorre per lui. E’ padre chi aiuta a discernere il bene e il male. E’ padre chi testimonia il bene con la propria vita. E’ padre chi rischia la fiducia e crede anche quando nessun altro è pronto a farlo. E’ padre chi sa accogliere quando non ci sarebbero i presupposti.  E’ padre chi testimonia il bene comune, il senso civico, il rispetto come valore fondante delle relazioni.

Per essere padri non occorre avere figli, bisogna avere il coraggio di essere umani. C’è spazio per chi decide che è tempo di vivere da adulto.  



Lascia un commento